Pino Roveredo al Tenda bar di Lignano Pineta
È stato un piacevole e simpatico ritorno quello di Pino Roveredo a Lignano Pineta per gli "Incontri con l'autore e con il vino".
L'autore triestino, vincitore alcuni anni fa del premio Campiello, è stato il protagonista del nono appuntamento della rassegna culturale lignanese. Alle ore 18.30 di ieri al Tenda bar erano ad attenderlo tanti turisti e vacanzieri, che hanno apprezzato l'originalità della presentazione del libro "Attenti alle rose" edito da Bompiani, che si è aperta e si è chiusa con la lettura di un brano dello scritto, da parte di Antonella Gatti Bardelli, compagna udinese di Roveredo.
Alberto Garlini ha dialogato con Pino, facendogli molte domande e facendo ricordare all'autore giuliano tanti curiosi ed esilaranti episodi occorsi all'autore in altre presentazioni. Oltre 500 persone hanno assistito all'incontro letterario.
Per la seconda parte dell'appuntamento, l'enologo Giovanni Munisso ha accompagnato il pubblico alla scoperta di una singolare azienda vitivinicola "La Selva Planizia" di San Giorgio di Nogaro. Munisso, insieme al titolare Paride Michielan, ha illustrato le caratteristiche del vino in degustazione il "Grime" Pinot Bianco D.O.C. Annia vendemmia 2007.
Alla mescita i sommelier Aldo e Riccardo Bini.
La piacevole atmosfera dell'appuntamento culturale ed enologico ha fatto si che circa quaranta partecipanti all'incontro si siano poi trasferiti con l'autore Roverdo, il presentatore Garlini, l il titolare dell'azienda vitivinicola Michielan, l'enologo Munisso, i sommelier Bini e gli organizzatori a cena al ristorante Alla Vecchia Finanza a Lignano Riviera sul fiume Tagliamento. Abbinati all'antipasto di pesce e alla grigliata sempre di pesce lo Chardonnay ed il Rosso D.O.C. Annia vendemmia 2008.
Per il dolce, è stata stappata una magnum da tre litri di "Grime" Pinot Bianco D.O.C. Annia vendemmia 2007.


Pino Roveredo durante
la presentazione del libro
"Attenti alle rose"
Elenco News          < Precedente   l   Successiva >