Pierluigi Cappello al Tenda Bar di Lignano Pineta
C'erano davvero tanti ombrelli e tante cerate tra il pubblico; molte persone sono giunte nonostante il tempaccio ad ascoltare il giovane e grande poeta friulano. E' stato un gradito ritorno quello di Cappello, già ospite della manifestazione e già docente al corso di scrittura creativa organizzato dall'associazione culturale "Lignano nel terzo millennio".
Pierluigi Cappello, introdotto dall'amico Alberto Garlini, ha presentato la sua ultima fatica "Mandate a dire all'impereratore" edito da Crocetti. L'autore ha risposto alle domande di Garlini ed ha atteso gli affezionati lettori al termine dell'incontro per autografi e dediche che si sono protratte oltre le ore 20.00.
La degustazione ha riguardato il vino bianco Friulano "tipicamente friulano" dell'azienda vitivinicola Ariis del Consorzio D.O.C. Friuli Aquileia. Aldo Ariis, già consigliere ed assessore regionale, ha persentato l'azienda vitivinicola che segue con la moglie e pochi collaboratori. Ariis ha ricordato anche la traversata atlantiche a bordo della Goletta Udine 1000 partita proprio dal porto turistico di Marina Uno nel 1983.
La serata è proseguita dopo la mescita del Friulano, gli autografi e le dediche di Pierluigi Cappello, al ristorante Alla Vecchia Finanza a Lignano Riviera. Un Brut, un Sauvignon, un Cabernet Sauvignon e naturalmente il Friulano sono stati i vini abbinati alle portate di pesce del ristorante.

Pierlui Cappello
mentre racconta
la sua ultima opera
Elenco News          < Precedente   l   Successiva >