É partita sabato 23 luglio al PalaPineta nel Parco del Mare a Lignano Pineta "Economia sotto l'ombrellone"
Giorgio Ardito, presidente di Lignano nel terzo millennio ha ricordato al pubblico come sia nata l'iniziativa e come questa si integri con le altre portate avanti dal sodalizio: Incontri con l'autore e con il vino, cene con l'autore e titolare dell'azienda vitivinicola, EnoTour, Vini d'Autore al Mare, corso di scrittura creativa e pubblicazione del libro Lignano: ti racconto.
Ardito ha salutato Giuseppe Morandini presidente della Cassa di Risparmio del FVG e Umberto Anzolini contitolare dell'Acqua Dolomia presenti tra il pubblico.
Dopo aver ricordato il patrocinio alla rassegna del Comune di Lignano Sabbiadoro, dell'agenzia regionale Turismo FVG e di Confindustria Udine ed aver elecanto gli sponsor Cassa di Risparmio del FVG, società Lignano Pineta, Ramberti, Caffe Dersut, Startel, Grafiche Filacorda, Hotel e Ristorante President e Bauxt, Ardito a passato la parola al moderatore dell'incontro Carlo Tomaso Parmegiani. Parmegiani ha aperto l'appuntamento con una breve presentazione degli ospiti: Carlo Dall'Ava del Prosciuttificio Dall'Ava e delle Gubane Giuditta Teresa, Lara Caballini del Caffè Dersut, Peter Larcher di Pomis e del Consorzio Mela Julia e Giorgio Colutta dell'azienda vitivinicola Bandut Colutta. Interessanti le case history delle aziende tutte a conduzione familiare e tutte fortemente radicate sul territorio. Curioso il museo del caffè realizzato in quel di Conegliano dalla Dersut, come decisamente originale la vendemmia per i bambini organizzata da Colutta. Una sfida è quella del Consorzio di produttori Mela Julia, che si pone l'obbiettivo di competere sul mercato con i più famosi marchi altoatesini Melinda, Marlene, ecc. Volta alla tracciabilità e a certificare un percorso di qualità la mission di Carlo Dall'Ava che intende porre sui singoli prosciutti i volti dei collaboraotri dell'azienda che li hanno lavorati. Diverse le tematiche trattate riguardanti il durante l'incontro. Le domande del pubblico sono state più degli incoraggiamenti a Dall'Ava, Caballini, Larcher e Colutta a difendersi dalle multinazionali e a promuovere di più e meglio le produzioni locali facendo sistema con le destinazioni turistiche, per far assaporare e gustare ai turisti degli alimenti che non possono essere ritrovati in un'altra vacanza balneare o montana in altri Paesi.
Il sommelier Aldo Bini ha concluso la serata con un brindisi con del buon vino Friulano dell'azienda vitivinicola Bandut Colutta.
Grazie per la collaborazione e appuntamento a sabato 30 luglio 2011.

Giorgio Ardito,
Giorgio Colutta,
Peter Larcher,
Lara Caballini,
Carlo Dall'Ava e
Carlo Tomaso
Parmegiani
Elenco News          < Precedente   l   Successiva >